Resterà aperta fino al 15 giugno nella sala di Donatello della Basilica di San Lorenzo la mostra “IL CAMMINO DELL’UOMO TRA ARTE E FEDE da UGO GUIDI a IGOR MITORAJ”, a cura di Vincenzo Nobile e Mons. Marco Viola, priore mitrato della Basilica, che sta raccogliendo un grande successo di visitatori Nelle prime settimane di apertura si contano circa 400 presenze al giorno, quasi un ingresso al minuto.

Sono esposte centocinque opere contemporanee, tra sculture in bronzo, dipinti, lavori di grafica, terracotte, bassorilievi in pietra e progetti architettonici dedicati all’arte sacra. Tra gli artisti in mostra Igor Mitoraj, Ugo Guidi, Giovanni Michelucci, Elias Naman, Paola Michela Mineo, Angelica Medrano, Bruto Pomodoro, Gistavo Aceves, che hanno mostrato una sensibilità e un’attenzione fuori dal comune al sacro. Tema che, come spiega nella presentazione il professor Antonio Paolucci citando Papa Paolo VI, è naturalmente legato all’arte nel momento in cui essa “stupisce di fronte al miracolo del Vero visibile, quando si pone di fronte ai supremi interrogativi della vita, della morte, dell’altrove, quando si accosta all’immenso enigma dell’animo umano”.

Nel catalogo sono raccolte anche testimonianze dell’Arcivescovo di Firenze, Card. Giuseppe Betori, del Presidente dell’Opera Medicea Laurenziana, Paolo Padoin, di Mons. Marco DomenicoViola, priore mitrato della basilica di San Lorenzo, di Vittorio Guidi, Direttore del Museo Ugo Guidi e di Giancarlo Paba, Presidente della Fondazione Michelucci di Fiesole.

La mostra continua fino al 15 giugno 2017, tutti i giorni dalle 10 alle 17 e la domenica dalle 13. 30 alle 17 .